Catania: aggressione vigile, deroghe speciali per assunzioni

Deroghe speciali al sindaco Bianco per superare l’attuale limite di assunzioni nel corpo di Polizia locale, pattuglie interforze per il controllo del territorio, un vertice del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica sulla situazione catanese.

Sono le richieste che la Cisl e la Cisl Funzione pubblica di Catania avanzano alle istituzioni cittadine per porre maggiore attenzione a quanto sta succedendo nel capoluogo etneo, specialmente dopo l’aggressione all’ispettore di Polizia locale Luigi Licari.

«I recenti atti di violenza di cui sono state vittime operatori dei servizi pubblici, dalla sanità alla polizia locale, assieme ad altri episodi di cronaca a ‘Fer’o Luni’ o in occasione della movida – dicono Maurizio Attanasio, segretario generale della Cisl etnea, e Armando Coco, segretario generale della Cisl Funzione pubblica catanese – testimoniano del forte degrado che sta conoscendo il tessuto sociale di Catania».

Secondo Attansio e Coco, «gli operatori della polizia locale sono il primo e più vicino presidio di sicurezza e legalità per i cittadini, ma nel contempo è l’anello debole della catena dell’ordine pubblico, con insufficienza di uomini, di mezzi e di strumenti. È necessario che il sindaco Bianco chieda al ministero dell’Interno una deroga alle limitazioni delle necessarie assunzioni alla Polizia locale catanese

«A fronte di un organico che prevede almeno 550 unità – spiegano ancora – il corpo è formato attualmente da 374 agenti di polizia municipale; con un’età media che va oltre i 57 anni. Ciò nonostante, si chiede loro, anche da parte di altre istituzioni, l’espletamento di servizi supplementari a quelli istituzionali quotidiani. È, quindi, necessario adeguare la vecchia legge quadro regionale 65/86 per tener conto delle reali funzioni che ogni giorno la polizia locale svolge sul territorio a tutela e salvaguardia della collettività».

Per i segretari generali della Cisl e della Cisl Fp etnee, «gli ultimi eventi confermano che Catania ha bisogno di maggiore attenzione sul tema della sicurezza». «Per affrontare l’eccezionalità della situazione – aggiungono – è necessario che sul controllo del territorio si realizzi un più stretto coordinamento tra le istituzioni preposte, compresa la polizia provinciale, prevedendo anche pattuglie interforze adeguatamente equipaggiate, per garantire il rispetto della legalità e per la sicurezza tanto dei cittadini quanto degli stessi operatori del settore.

«Chiediamo dunque al Prefetto un vertice del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica su quanto sta avvenendo a Catania – concludono Attanasio e Coco – e al sindaco Bianco un incontro per affrontare il problema e trovare soluzioni consone alle legittime aspettative dei lavoratori e dei cittadini».

Annunci

Pubblicato il 5 settembre 2017 su ALL NEWS. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Il Pikaciccio

Ricette di viaggio, cucina e vita di due pazzi scatenati

etnea.wordpress.com/

ETNEA...di Sonia Distefano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: